E L’UOMO CREO’ SE STESSO

Versiliadanza

E l’uomo creò sé stesso

coreografo e interprete Leonardo Diana
pittoreRonnie Orroz
videoLeonardo Filastò
musicaLuca e Andrea Serrapiglio
disegno luci Mario Bacciottini
produzione Versiliadanzain collaborazione con Teatro Cantiere Florida / Elsinor Teatro Stabile d’Innovazione

Persuasi fino in fondo, i nostri avatar faranno a meno di noi, finché la forza centrifuga manterrà il suo dina­mismo, e a loro favore, l’uomo, deposto il pennello e liberatosi del corpo, avrà perso anche l’anima. Ora è soltanto un fittizio e disanimato duplicato di se stesso. La prima collaborazione tra Leonardo Diana e i musicisti Luca e Andrea Serrapiglio avviene nel 2007 con la realizzazione di Verso la Luce, che debutta al festival Fabbrica Europa, per essere poi invitato ad altri festival internazionali. Ha un ruolo di sostegno l’associazione Versiliadanza, grazie alla quale il gruppo si arricchisce dell’artista visivo Leonardo Filastò. Con la successiva partecipazione del pittore Ronnie Orroz e di Mario Bacciottini il gruppo convoglia le proprie energie verso una forma di teatro che ingloba e fonde i diversi linguaggi come sua cifra distintiva. Nel lavoro cui danno vita, E l’uomo creò se stesso, finalista del Premio Equilibrio Roma 2011, le diverse espressioni si configurano anche come le diverse tappe che segnano l’evoluzione dell’uomo. Dal segno materico della pittura all’immaginario impalpabile del digitale, il corpo del danzatore finisce col perdere consistenza nel mondo disincarnato del vir­tuale decretando così la propria sparizione.

Finalista della quarta edizione del Premio Equilibrio Roma.

Comments are closed.