Formazione

La parte didattica e di formazione riveste un ruolo fondamentale nell’attività di Versiliadanza che, negli anni, ha ampliato gli interventi e i progetti finalizzati all’introduzione della danza nelle scuole (in collaborazione con la Provincia di Firenze – Pubblica Istruzione) o la sua conoscenza attraverso corsi regolari annuali o laboratori e seminari a tema.

All’attività didattica si affianca la presentazione di spettacoli o progetti interdisciplinari da realizzarsi con gli Studenti degli Istituti come nel caso del nostro progetto in atto dal 2006 con l’Istituto Statale d’Arte di Firenze, oggi Liceo Artistico.

Da alcuni anni la Provincia di Firenze ha chiesto di intervenire anche sul fronte della Danza Movimento Terapia. E’ nato il progetto Traversar Confini che oltre a proporre un percorso in orario curriculare e pomeridiano, ha previsto performances, incontri con specialisti e psichiatri anche in collaborazione con l’Associazione ADARTE, Vivere insieme e Borderline Danza di Salerno.

Dal 2009 Versiliadanza attua un percorso di formazione anche durante i suoi soggiorni di residenza artistica presso lo Small Theatre/NCA diretto da Vahan Badalyan (Yerevan – Armenia) con lezioni, master classes e incontri di danza contemporanea (Leonardo Diana, Angela Torriani Evangelisti), uso della vocalità (Gianluigi Tosto), arti visive (Leonardo Filastò, Andrea Ulivi), musica dal vivo e movimento (Leonardo Diana, Andrea Serrapiglio, Luca Serrapiglio).

Dal 2010 si è aperta inoltre una collaborazione con il Dipartimento di Italianistica della Yerevan State University durante il periodo della Settimana della Lingua italiana nel mondo organizzata  dall’Ambasciata d’Italia. I progetti sono curati da Andrea Ulivi e prevedono la trasposizione in reading teatrali di testi italiani, tradotti anche in armeno. Nel 2010 il testo affrontato e poi trasposto in una mise en éspace nella sede dell’Università, è stato il Libro di Ipazia di Mario Luzi e nel 2011 il testo di Franco Palmieri Memorie di Anita – Agosto porta disgrazia in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, tema della Settimana.

Anche nel territorio del Comune di Bagnone è in atto dal 2010 un progetto rivolto ai bambini delle Scuole Elementari inserito nel progetto dei Piani educativi. I bambini della Classe 3a della Scuola Primaria di Bagnone sono infatti inseriti nella produzione La meta irresistibile inserito nel progetto regionale Pianeta Galileo. Per ampliare un discorso sulla formazione anche la stagione di danza per il Teatro Quartieri prevede tre domeniche dedicate ai ragazzi e ai più piccoli.

Progetti di Sensibilizzazione e Formazione negli Istituti Superiori della Provincia di Firenze

TRAVERSAR CONFINI
Laboratori di Danza e Arte Terapia rivolti agli Studenti diversamente abili o con problematiche relazionali e ai Professori di sostegno. Il progetto è finanziato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia di Firenze e si svolge da dicembre a maggio di ogni anno.

Progetti per le scuole/ Attività didattica e formazione/ Interdisciplinarietà

ISTANT D’ART
Progetto Interdisciplinare di Video-creazione/Progetti di Video e Danza/ Incontri/ Presentazioni pubbliche con gli studenti dell’ Istituto Statale d’ Arte di Firenze/ Matinées/ Performances

Versiliadanza inizia nel 2004 la collaborazione con la sezione Moda e Costume dell’Istituto Statale d’Arte di Firenze per la produzione con Susanne Linke a cui seguono i progetti del biennio 2006-2007 di valorizzazione dell’Istituto, coinvolgendo tutti gli studenti e le sezioni in creazioni video, performances, rassegne, matinées e incontri dove gli spazi, la storia, le varie discipline e caratteristiche della scuola, hanno fruito da materiale artistico, per un lavoro di formazione e diffusione del linguaggio artistico sotto varie forme. Nasce la I Edizione di Looking for Art.

La tappa 2008, frutto di una convenzione stipulata in forma pluriennale, ha visto la realizzazione della II Edizione della rassegna, in forma di matinées, Looking for Art/ IStant d’Art 2008 , messa in scena di lavori e progetti di danza, video, arti grafiche e musica, opere degli studenti in collaborazione con insegnanti e sezioni della scuola, utilizzando gli spazi dell’Istituto e un progetto di formazione sull’interdisciplinarietà dei linguaggi artistici anche in forma di arte terapia (periodo: aprile-giugno/ ottobre-dicembre 2008).

Legandosi al progetto Traversar Confini, una finestra dedicata al tema della relazione e del disagio sociale, con due eventi spettacolari con i ragazzi del centro AIABA (Associazione Italiana Assistenza Bambini Autistici) e Claudio Malangone/Compagnia Borderline (psichiatra e coreografo salernitano) e un incontro aperto al pubblico.

Nel 2009 l’Istituto con le sezioni di Moda e Costume, Arti Grafiche, Grafica Pubblicitaria è stato coinvolto in tutta la realizzazione del progetto FuturISA/ Intorno a una Visione futurista poi esportato all’Accademia di Belle Arti di Carrara, al Museo Merkurovdi Gyumri – Armenia, allo Small Theatredi Yerevan – Armenia, ect.

Nel 2010 e 2011 le nuove edizioni di Looking for Art con il progetto Contaminiamo le Arti. Nuovi spettacoli sull’interdisciplinarietà delle arti, nuove repliche FuturISA/ Intorno a una Visione futurista, E l’uomo creò Se stesso incontri con artisti e operatori di chiara fama (architetti, artisti visivi, coreografi, musicisti, operatori del settore delle arti contemporanee), un video inedito dell’opera di Thayat, mostre fotografiche.

Gli studenti dell’Istituto hanno seguito in questi anni:

  • incontri, proiezioni video e matinées del Progetto Armenia (novembre 2007, 2008, 2009);
  • partecipato alla video-creazione IStant d’Art 2006;
  • partecipato alla rassegna Looking for Art dal 2007 al 2011  sia con proprie opere in mostra, opere realizzate, sia attraverso la fruizione di spettacoli anche in forma di matinées, incontri con artisti di chiara fama;
  • contribuito a tutta la realizzazione grafica della rassegna;
  • assistito a performances interdisciplinari nell’ambito di inaugurazioni, rassegne a cura di Versiliadanza ed eventi a cura dell’Istituto.

Per favorire un accrescimento della cultura di danza il progetto di pubblicazione Nel bianco giorno realizzato nella Gipsoteca dell’Istituto Statale d’Arte, a cura di Edizioni della Meridiana da cui è stata realizzata la mostra fotografica per l’edizione 2010 di Looking for Art.

Comments are closed.